Prodotti

Filtri autopulenti PF

I filtri della serie PF sono depolveratori automatici a tessuto, adatti per funzionamento continuo, con pulizia delle maniche filtranti in controcorrente.

I filtri depolveratori autopulenti serie PF sono stati realizzati per la sedimentazione della polvere e dei trucioli da lavorazione industriale e possono essere utilizzati nella maggior parte dei processi industriali inquinanti.

Possono trattare gas contenenti polveri molto fini, conservando un rendimento di captazione assai elevato, anche per particelle aventi dimensioni dell’ordine del decimo di micron.

Con l’impiego di particolari tessuti il filtro PF può essere impiegato per temperature massime d’esercizio superiori anche a 200 °C.

E’ stato progettato, costruito e testato per essere utilizzato senza rischi residui dovuti alla messa in funzione, all’utilizzazione, al trasporto, all’installazione, al montaggio e smontaggio, alla manutenzione e riparazione. Le scelte tecnologiche, definite in fase di progettazione, l’alta qualità dei materiali usati per la costruzione, l’accurata esecuzione della componentistica, il corretto assemblaggio ed il severo collaudo, la rendono particolarmente affidabile nel tempo.

 

Caratteristiche macchina

Compattezza
I collettori di distribuzione e di ripresa dei gas sono compresi nel corpo del depolveratore.

Modularità
La costruzione prevede celle componibili. Questo facilita il trasporto e il montaggio e rende possibile e semplice l’eventuale ampliamento del depolveratore anche dopo l’installazione.
Questo particolare è utilissimo in particolar modo nel caso d’ampliamento d’impianti ai quali il filtro PF è asservito, nonché di centralizzazione di più sorgenti inquinanti su un solo filtro. Le pareti terminali dei depolveratori sono, infatti, già predisposte per l’eventuale aggiunta d’ulteriori celle filtranti.

Ispezionabilità
Il depolveratore è dotato d’ampi portelli d’ispezione, aperti sul tetto del depolveratore stesso o sulla tramoggia sottostante le celle, che consentono di eseguire con estrema facilità le operazioni di manutenzione o, in ogni caso, il controllo delle parti interne.

Uniformità di distribuzione del fluido polveroso
Il filtro PF è concepito in modo che la sezione del canale che immette il fluido polveroso nel filtro sia progressivamente decrescente a partire dell’attacco del collettore del fluido.
Questa caratteristica, oltre alla configurazione di detto canale, contribuisce a determinare un’uniforme distribuzione del fluido polveroso su tutte le celle, siano esse immediatamente vicine al collegamento tra il filtro e il collettore d’adduzione, o le più lontane.

Variabilità del ciclo di lavaggio
Il ciclo di lavaggio è variabile in funzione delle reali necessità dell’impianto al quale il depolveratore è collegato. Il dispositivo di controllo è concepito in modo da poter ottenere sia la variazione del tempo di lavaggio, sia la variazione della frequenza delle inversioni d’aria.
Quest’elasticità di funzionamento facilita i fenomeni fisici secondari derivanti dal lavaggio in controcorrente e provoca il distacco dello strato di polvere depositato sul tessuto, in modo da pulire lo stesso in profondità, restituendo al mezzo filtrante il massimo grado di permeabilità.
In altre parole, è possibile “tarare” ogni filtro PF per le specifiche necessità e particolarità d’ogni installazione, utilizzando in pieno le caratteristiche della macchina e ottenendo quindi, in ciascun particolare caso, il rendimento migliore.
È infine possibile effettuare la pulizia delle maniche filtranti a temperature diverse da quella dell’ambiente, a seconda delle necessità dell’impianto, in relazione ai fenomeni di condensazione che vi si possono verificare.

Solidità
La serie dei filtri PF è stata progettata per impieghi pesanti ed è pertanto normalmente realizzata in lamiere d’acciaio al carbonio d’adeguati spessori, che ne consentono la classificazione come “macchine per esercizio continuo”.
I filtri PF sono costruiti in pannelli bullonati secondo le caratteristiche specifiche d’ogni installazione, con riferimento alla disponibilità di spazio in cantiere, alla trasportabilità, e, in generale, alla sequenza di movimento delle varie sezioni durante il montaggio.  

Ottimizzazione energetica
Le caratteristiche fondamentali dei depolveratori della serie PF sono basate sul particolare sistema di pulizia delle tele filtranti, costituito da un ugello iniettore dell’aria compressa (jet) e da un “Venturi”.
Quest’ultimo ha lo scopo di convogliare il getto in modo da ottenere, con la minima energia impiegata, il massimo rendimento e, conseguentemente, la massima pulizia d’ogni singolo elemento filtrante.
La lavorazione dei “Venturi”, la loro particolare conformazione, i vari parametri dimensionali degli stessi e dei “jet” soprastanti, messi a punto in officina, sono all’origine degli alti rendimenti ottenuti nei filtri di questa serie, che possono essere impiegati nella depolverazione di gran parte dei processi industriali inquinanti.

Riduzione dei costi di manutenzione
L’aggancio dell’elemento filtrante ai “Venturi” solidali con il diaframma superiore, è pratico e di veloce esecuzione: particolare questo che consente di contenere notevolmente i costi di manutenzione.
Il sistema può essere usato anche su altre applicazioni consentendo in genere una riduzione sui costi di sostituzione delle maniche per l’assenza d’ogni altro accessorio, come fascette o guarnizioni.